Salviamo le parole perdute, portiamole al riparo nelle nostre menti e cerchiamo di restituire loro un’esistenza degna di un vocabolo italiano! Con Le parole sono importanti oggi riscopriamo il significato di

BACIAPILE: è chi ostentatamente usa baciare , a mo’ di devozione ipocrita le acquasantiere presenti all’ingresso delle chiese; va da sé che l’etimo è una composizione di baciare (che deriva dal latino basiare, e il plurale di pila (intesa come grande vasca di marmo usata nelle chiese cattoliche per contenere l’acquasanta o acqua benedetta dal latino pila che significa ‘mortaio’ della stessa radice di pinsere ‘pestare). L’aggettivo, quindi, indica chi esageratamente, e spesso ipocritamente, ostenta devozione religiosa; è un sinonimo di bacchettone, persona bigotta.

Il termine baciapile è utilizzabile per indicare una persona che badi alle pratiche esterne della religione più che allo spirito di essa, ed estensivamente quindi una persona ipocrita attenta più all’apparire che all’essere.

LEGGI ANCHE:

Che vuol dire “celodurismo”

Cosa si intende per “soccida”

Il significato di “ghiribizzo”

Cosa vuol dire “smargiasso”?

Il significato di “ginecocrazia”

Cosa si intende per “garrulo”?

Cos’è la metempsicosi?

Cosa vuol dire “sdilinquire”