Tragedia notturna nelle vicinanze di Bagheria, dove lungo la statale 113 un pescivendola di 69 anni – Angelo Bonadonna – è stato travolto da una Smart mentre si trovava a bordo della propria Ape Piaggio.

Alla guida del mezzo a quattro ruote Rosa Tantillo, 23enne di professione barista, che è stata tratta in stato di arresto dalla polizia locale, essendo accusata di omicidio stradale con l’aggravante della guida in stato di ebrezza dopo essere risultata positiva all’alcoltest con un livello di 1,86 (quando la soglia da non superare è quella dello 0,50). La ragazza è stata dimessa dall’ospedale Buccheri La Ferla con una prognosi di 4 giorni per un trauma cranico.

Inutile l’intervento del pronto soccorso per l’uomo, che era rimasto incastrato tra le lamiere, venendo estratto solo successivamente dai vigili del fuoco, quando ormai era già sopraggiunta la morte.

A consentire la ricostruzione dei fatti le immagini catturate dalle telecamere di videosorveglianza di una carrozzeria vicina. Intorno alle 3 di notte Bonadonna è stato travolto in curva dalla Smart che, proveniente dal lato opposto, ha invaso la sua corsia.

Per la Tantillo sono già stati disposti gli arresti domiciliari in virtù della nuova normativa, in attesa dell’udienza di convalida che si svolgerà domani.

Nella zona è avvenuto anche un altro incidente nella notte di ieri: sulla Palermo – Catania un automobilista è stato si è schiantato contro il guard rail, con susseguente rogo del mezzo: il conducente è morto carbonizzato.