Selvaggia aggressione a Bagheria, in provincia di Palermo, dove il consigliere comunale Francesco D’Anna è stato malmenato da due ladri di Rame.

L’incidente è avvenuto nella mattinata di sabato, quando il politico, eletto tra le fila del Movimento 5 Stelle, ha sorpreso i due personaggi mentre nei pressi della sua abitazione stavano bruciando cavi e plastica per poterne ricavare il materiale da rivendere.

D’Anna ha provato a fermarli minacciando di chiamare la polizia, ma la coppia si è gettata su di lui prendendolo a pugni in faccia.

Ricoverato al Pronto soccorso dell’ospedale Buccheri La Ferla di Palermo, D’Anna è tornato a casa, come ha annunciato in un post su Facebook nel quale ha fatto il punto della situazione medica: “Qualche punto, mal di schiena e di testa, diverse ecchimosi e ancora più voglia di cambiare le cose sbagliate”.

Il sindaco Patrizio Cinque ha voluto dedicare alcune parole di conforto al solerte consigliere di Bagheria: “Auguro a Francesco una pronta guarigione e sono certo che questo gesto non lo farà indietreggiare neanche di un passo nell’essere esempio di legalità. Episodi come questi ci spronano ancora di più a combattere ogni forma di illegalità e ad essere vigili”.

Lo stesso leader del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo ha elogiato il comportamento di Francesco D’Anna: “A Francesco va la solidarietà e la vicinanza di tutto il M5S, di ogni singolo portavoce eletto e di ogni attivista. È grazie al senso civico di persone come Francesco che questo Paese può cambiare finalmente volto. Siamo accanto a lui e alla sua famiglia, augurandogli una pronta guarigione”.