A Napoli la storia non cambia a distanza di quattro anni, anzi si ripete tale e quale ma con un co.protagonista diverso: questa volta ad affrontare De Magisteri c’è Lettieri candidato del centrodestra.

La sfida è avvincente ma De Magisteri è forte del suo 42,8% ottenuto al primo turno di votazioni mentre Lettieri spera in una mano dal Movimento 5 Stelle o dalla sinistra più radicale che non avrebbe mai votato il sindaco uscente di Napoli. Lettieri al primo turno ha ottenuto il 24% dei consensi, riuscendo a farsi largo tra gli avversari.

Il programma di De Magitris punta soprattutto sulla continuità di un percorso che è iniziato nel 2012 e che vuole continuare ad occuparsi di ambiente e sostenibilità, di cultura, di turismo e di immobili, di università e mobilità mentre Lettieri cerca di parlare al cuore dei napoletani promettendo aiuti alle famiglie per quando riguarda la casa, aiuti alle imprese, più lavoro, intervenire sul problema del traffico, rimodernare Napoli e reddito sociale.