La polizia di stato del Massachusetts sta cercando in ogni modo di identificare il cadavere della bambina morta a Boston, ritrovata la settimana scorsa in un sacco della spazzatura sulla spiaggia della Deer Island, presso la baia della città.

Stando agli investigatori il corpo della bambina non presenterebbe segni di violenza. La piccola era vestita con dei leggins e avvolta in una coperta. Le ricerche in corso messe in atto allo scopo di identificarla non hanno finora prodotto alcun risultato: per questo motivo le autorità si sono viste costrette a diffondere un’immagine realizzata al computer, probabilmente più o meno distante dal vero aspetto della bambina in vita.

La bambina, di razza caucasica o ispanica, avrebbe avuto circa 4 anni, occhi e capelli castani, alta circa un metro per meno di 20 kg, portava dei leggins bianchi con pallini neri ed era avvolta da una coperta di lana di colore simile.

Al momento la polizia non è ancora riuscita a determinare le cause della morte, in attesa di test più accurati da parte dei patologi. Altrettanto incerto Il luogo del decesso della bambina, che potrebbe essere stata trasportata sulla spiaggia dal mare o da una persona.

La polizia non ha avuto alcun riscontro raffrontando l’immagine con la liste delle bambine scomparse nella zona e negli Stati Unit e per questo motivo si è dovuta rivolgere alla cittadinanza per restituire dignità alla piccola vittima. Per ora le segnalazioni sono state tante, ma nessuna ha prodotto risultati definitivi.

Le autorità hanno poi chiesto al pubblico di fare attenzione a tutti quei bambini che potrebbe essere stati segnalati come scomparsi all’interno delle loro comunità, del vicinato, delle scuole o in altre aree. In particolar modo sarà da tenere d’occhio la festa del 4 luglio, durante la quale sarà facile rendersi conto di eventuali assenze di bimbi ai festeggiamenti previsti.