Una vera e propria tragedia causata solo dalla povertà quella accaduta nel villaggio indiano di Masrakh, nello Stato di Bihar, dove 20 bambini hanno perso la vita e antri 30 sono stati ricoverati di urgenza, a causa di un’intossicazione alimentare contratta consumando il cibo della mensa scolastica dell’istituto pubblico del paese.

Il menù del giorno per i piccoli studenti di massimo 10 anni prevedeva un semplicissimo piatto di riso e lenticchie preparato all’interno delle cucine della stessa scuola. Non è una novità però, che proprio queste strutture scolastiche abbiano delle condizioni igieniche molto scarse, e una qualità bassissima della materia prima con i quali vengono preparati i pasti concessi gratuitamente alle famiglie più bisognose.

La notizia della morte dei bambini ha scatenato l’ira della gente del villaggio: numerose centinaia di persone hanno manifestato contro l’amministrazione pubblica chiedendo “misure ferme contro i funzionari responsabili“.