Lasciare un pitbull a piede libero non è  certo un comportamento modello per il proprietario di un cane. Eppure è quanto accaduto ieri a Napoli, quando i passanti si sono visti piombare addosso un pitbull inferocito senza alcuna traccia del proprietario nelle vicinanze. L’episodio è avvenuto in via Casanova, in zona Porta Capuana.

Il cane probabilmente è sfuggito alla custodia del proprietario o peggio è stato lasciato libero di scorrazzare tra la folla senza guinzaglio e senza museruola. La reazione dei passanti alla vista del pitbull, che sembrava molto agitato, è stata di terrore. Le persone hanno iniziato a correre in ogni direzione, arrivando persino a salire sui tetti delle auto in sosta per non rischiare di essere azzannati dal cane incustodito.

Purtroppo un bambino di 10 anni non è riuscito a trovare una via di fuga ed è stato azzannato dal pitbull proprio mentre tentava di rifugiarsi nell’auto del padre parcheggiata in zona. I passanti hanno allertato immediatamente le forze dell’ordine che si sono precipitate in  piazza San Francesco per ripristinare l’ordine pubblico e catturare il cane.

Al loro arrivo gli agenti si sono precipitati verso il bambino che nel frattempo era stato azzannato dal cane in più parti del corpo. Le forze dell’ordine hanno usato anche i cinturoni della divisa per cercare di catturare il cane. In pochi minuti la situazione è fortunatamente ritornata alla normalità. Il cane è stato bloccato e i passanti impauriti sono scesi dai tetti delle auto.

Il bambino è stato immediatamente soccorso e trasportato all’ospedale pediatrico di Napoli. Fortunatamente le ferite riportate nell’aggressione del pitbull non sono gravi. I medici le hanno giudicate guaribili in dieci giorni. Al bambino come da prassi è stata somministrata la terapia profilattica. Il cane per ora è stato affidato alle cure dell’Asl veterinaria che cercherà di risalire al proprietario tramite i dati contenuti nel microchip.