Un bambino di Torrice, piccolo centro in provincia di Frosinone, ha trovato una sorpresa poco gradita nell’ovetto Kinder: un farmaco contro l’ipertensione. La pillola di Zofenopril, pericolosa se ingerita per errore da un bambino, è stata ritrovata nel bussolotto giallo dell’ovetto Kinder a dicembre del 2015 ma l’episodio è stato reso pubblico soltanto nei giorni scorsi. L’ovetto Kinder era stato acquistato in un bar di Tofi, paesino non molto distante da Torrice.

Il bambino fortunatamente non ha ingerito il farmaco per la cura dell’ipertensione trovato nell’ovetto Kinder, perfettamente ritagliato dal blister. I genitori si sono accorti in tempo della sorpresa pericolosa e hanno immediatamente provveduto a denunciare il ritrovamento della pillola nell’ovetto Kinder recandosi alla caserma più vicina.

Pillola nell’ovetto Kinder: aperta un’inchiesta

La Procura di Frosinone ha aperto un’inchiesta per capire come sia finita la pillola nell’ovetto Kinder. La Ferrero non ha rilasciato dichiarazioni in merito alla vicenda limitandosi a precisare che in questa inchiesta l’azienda dolciaria è parte lesa e attende fiduciosa l’esito delle indagini prima di commentare quanto accaduto. I Nas di Latina stanno compiendo tutti i rilievi e gli accertamenti del caso per capire in quale parte della filiera qualcosa è andato storto. Al momento non sono stati segnalati altri episodi simili. Tutto farebbe pensare dunque a un caso isolato.

La pista più attendibile è quella di un sabotaggio. Secondo gli inquirenti infatti difficilmente un farmaco per la cura dell’ipertensione sarebbe potuto finire accidentalmente dentro all’ovetto Kinder. Gli inquirenti hanno rivelato di aver raccolto delle prove a sostegno di questa ipotesi:

Al momento non si escludono ancora altre ipotesi, ci sono però elementi che portano a pensare al sabotaggio.

Gli inquirenti hanno scoperto che le sorprese e i bussolotti del lotto di cui fa parte l’ovetto Kinder sabotato sono state prodotte e assemblate negli stabilimenti della Ferrero dislocati nell’Est Europa. Ciononostante lo Zofenopril  non viene commercializzato fuori dall’Italia. Il mistero si infittisce perché da questo particolare è evidente che il sabotaggio è avvenuto in territorio italiano.