Aveva messo il proprio bambino in vendita su un noto sito di annunci per la cifra di 5000 rand, circa 330 euro, e non si trattava affatto di uno scherzo. E’ così finita in manette una giovane donna sudafricana di Pietermaritzburg, che ora rischia una pesantissima incriminazione per traffico di esseri umani. Lo choccante annuncio era comparso sul sito Gumtree ed era stato riportato alle autorità da diversi utenti. L’agente Hangwani Mulaudzi ha così provveduto ad attirare la donna, di 20 anni, nella trappola: fingendosi un acquirente interessato al bimbo di 19 mesi, aveva dato appuntamento alla donna per completare l’acquisto. La madre ci è cascata e a quel punto è scattato l’arresto in flagranza di reato. Come ha dichiarato la polizia, è stata preziosa la collaborazione dei gestori di Gumtree.

Ma non si tratta di una semplice madre snaturata che prova a disfarsi del proprio figlio. La donna, come ha spiegato alla polizia, è stata spinta a questo gesto estremo dalla disperazione, non avendo le possibilità economiche per prendersi cura del piccolo. “Questo caso“, commenta un’assistente sociale sudafricana, “fa luce sulla condizione disperata delle donne nella nostra società. Sono costrette a ricorrere a questi atti sconvolgenti perché non hanno alcun supporto e si sentono sole. Paradossalmente dovremmo essere grati che questa donna abbia scelto di vendere il suo bambino, piuttosto che fargli del male“. Il bimbo è stato affidato ai servizi sociali, mentre la madre ora rischia una condanna per traffico di essere umani.

bambino in vendita[/caption]