Comincia oggi presso il Tribunale Fallimentare di Arezzo il procedimento che porterà i giudici a pronunciarsi in merito allo stato di insolvenza di Banca Etruria. L’istituto è stato commissariato dal governo nel febbraio del 2015, a causa di un grave dissesto finanziario, ed è ora prevista la prima udienza sulla richiesta di fallimento nei suoi confronti.

La dichiarazione di insolvenza di Banca Etruria era stata presentata dal liquidatore Giuseppe Santoni nella data dello scorso 28 dicembre. A partire da quest’oggi il Tribunale Fallimentare di Arezzo, guidato dal presidente Clelia Galantino e con il giudice relatore Antonio Picardi e il giudice Paolo Masetti, sarà chiamato a esprimersi in merito al fallimento.

Le possibilità a questo punto sembrano essere due: da una parte definire il fallimento di Banca Etruria, uno dei quattro istituti finanziari commissariati un anno fa, e che hanno poi portato negli ultimi mesi a un dibattito politico dai toni parecchio accesi e che ha visto coinvolto il Movimento 5 Stelle, che ha richiesto il conflitto di interessi nei confronti di Maria Elena Boschi. Pier Luigi Boschi, padre del Ministro per le riforme costituzionali e per i rapporti con il Parlamento, è stato infatti vicepresidente per alcuni mesi di Banca Etruria.

Dall’altra parte il Tribunale di Arezzo potrebbe invece scegliere di accogliere la questione di incostituzionalità sollevata dagli avvocati di Lorenzo Rosi, l’ex presidente di Banca Etruria. Per i legali Antonio Giunta e Michele Desario sarebbero infatti stati violati l’articolo 3 (il principio di eguaglianza) e l’articolo 47 (la tutela del risparmio) con il discusso decreto salva banche approvato dal governo Renzi lo scorso 22 novembre.

Se la richiesta da parte dei legali dell’ex presidente di Banca Etruria dovesse essere accolta, la procedura fallimentare rischia di essere messa in pausa e a pronunciarsi sul caso dovrebbe essere la Consulta.

Se invece verrà accolto il ricorso del liquidatore Giuseppe Santoni, sarà dichiarato lo stato di insolvenza e il fallimento di Banca Etruria.