Qualche giorno fa è arrivata l’ufficialità: il concorso per accedere alle Scuole di specializzazione in Medicina non sarà più locale ma nazionale per esami e titoli. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato sul proprio sito istituzionale il bando con tutte le informazioni per partecipare alle selezioni (lo trovate cliccando qui).

Sarà possibile iscriversi a partire dal prossimo 1° settembre 2014 mentre il termine per presentare la propria candidatura scadrà alle ore 15 del 30 settembre stesso. L’iscrizione avviene per via telematica visitando il sito www.universitaly.it e potranno accedervi tutti i candidati che abbiano conseguito la laurea in Medicina entro la data del 30 settembre 2014 e che entro il 10 dicembre 2014 siano in possesso dell’abilitazione per l’esercizio dell’attività professionale. Al momento della domanda si potranno scegliere fino a due tipologie di Scuole di specializzazione per ogni area (Medica, Chirurgica, Servizi Clinici).

La prima parte della prova, comune a tutte le scuole, si svolgerà il 28 ottobre 2014 alle ore 11. La seconda parte sarà diversa a seconda della Scuola: Scuole di Area Medica 29 ottobre – inizio ore 11.00; Scuole di Area Chirurgica 30 ottobre-inizio ore 11.00; Scuole di Area dei Servizi Clinici31ottobre – inizio ore 11.00

Per quanto riguarda la tipologia di prove, il test sarà identico per tutti e telematico: i candidati dovranno rispondere a 110 quesiti a risposta multipla suddivisi in 70 su argomenti caratterizzanti il corso di Medicina, 40 su scenari predefiniti, di dati clinici, diagnostici e analitici (di cui 30 quesiti comuni a tutte le tipologie di Scuola appartenenti alla medesima area) e 10 quesiti specifici per ciascuna tipologia di Scuola.

Il punteggio sarà noto al termine della prova. Ogni risposta esatta vale 1 punto, ogni risposta sbagliata -0,30, ogni risposta non data 0 punti. Per quanto riguarda i 10 quesiti specifici per ciascuna Scuola di specializzazione, si avranno invece 2 punti per ogni risposta corretta, -0,60 per le risposte errate e sempre 0 punti per quelle non date. Ai titoli sarà invece assegnato fino ad un massimo di 15 punti.