Il Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama è arrivato poche ore fa a Cuba: si tratta di un evento storico, preludio di una definitiva distensione tra i due Paesi e che potrebbe portare finalmente a compimento la politica di disgelo cui si è assistito negli ultimi anni.

L’inquilino della Casa Bianca è sbarcato sull’isola domenica pomeriggio, dopo un viaggio di sole 90 miglia: le condizioni climatiche non sono state delle migliori ma Obama, accompagnato da moglie e figlie, non si è lasciato prendere dallo sconforto.

Accolto dal personale dell’ambasciata americana a Cuba e dal locale Ministro degli Esteri, Obama si è detto onorato di essere protagonista di questo storico momento:È meraviglioso essere qui. Nel lontano 1928 il Presidente Coolidge arrivo con una nave da guerra: ci impiegò tre giorni, mentre ora servono solo tre ore. Per la prima volta l’Air Force One è atterrato a Cuba e questa è la nostra prima fermata”.

Stando ai programmi ufficiali il ricevimento vero e proprio avverrà nella giornata di oggi, quando Obama incontrerà il Presidente cubano Raul Castro presso il palazzo presidenziale; sono invece state smentite le ipotesi di un colloquio con il leader rivoluzionario Fidel Castro.

Si segnalano però anche notizie molto controverse, come l’arresto di più di 50 dissidenti durante una manifestazione organizzata in segno di protesta contro il governo; tranquilla invece la camminata di Obama per le strade dell’Avana vecchia, dove il Presidente è stato accolto dagli applausi degli abitanti.

Durerà in tutto tre giorni la visita del Presidente USA: oltre all’incontro con Castro, durante il quale verranno discussi accordi commerciali, ci sarà anche una riunione con un gruppo di imprenditori locali e quindi un discorso pubblico che verrà trasmesso in televisione.

Si parla anche di un incontro con i dissidenti, per quanto resta da confermare la fondatezza della notizia (tra gli arrestati di ieri c’era anche Berta Soler, che avrebbe dovuto partecipare all’evento), per poi passare a momenti di svago quali una partita di baseball tra i Tampa Bay Rays – la squadra della Florida – e la rappresentativa cubana.

Nei prossimi giorni un altro appuntamento storico segnerà il disgelo tra i due Paesi, ovvero il concerto gratuito che i Rolling Stones terranno alla Ciudad Deportiva dell’Avana, al quale dovrebbero partecipare quasi mezzo milione di persone.