Il secondo mandato presidenziale di Barack Obama è cominciato ufficialmente ieri, in una cerimonia privata (di cui potete guardare il video); infatti la Costituzione prescrive che il mandato debba cominciare sempre alle 12 del 20 gennaio successivo alle elezioni.

Oggi Obama ha ripetuto il giuramento davanti al giudice della Corte suprema John Roberts, nella Blue Room della Casa Bianca. Il leader dei Democratici è il 44° presidente della storia degli Usa. Il vicepresidente Joe Biden, anch’egli tenuto a prestare il giuramento di fedeltà, ha pronunciato le parole di rito davanti al giudice Sonia Sotomayor (nominata alla Corte suprema proprio da Obama, il primo giudice di origini latinoamericane). Biden teneva la mano su una bibbia appartenuta alla propria famiglia fin dall’800. Il suo giuramento è stato prestato all’osservatorio navale di Washington.

Le formalità precedono il grande spettacolo pubblico, una tradizione americana. Il rituale prescrive che siano presenti anche gli ex presidenti. Bill Clinton e Jimmy Carter sono al loro posto. Mancano invece i due Bush, George H.W. (padre) e George W. (figlio), a causa delle cattive condizioni di salute del primo. Obama ha nuovamente ripetuto il giuramento anche nella cerimonia pubblica, sempre nelle mani del giudice Roberts. Questa volta ha giurato sulla bibbia di Abraham Lincoln e su quella di Martin Luther King. Alle 17.50, ora italiana, Obama ha compiuto il rito davanti al mondo. Pochi minuti dopo, ha pronunciato il discorso.