Effettivamente, dopo la Spa di Hello Kitty nata a Dubai, sentivamo un po’ la mancanza della Barbie, il simbolo per eccellenza del ventesimo secolo. Ma da Taipei fanno sapere che c’è chi ci ha pensato alla bionda formosa americana, tanto che è nato il primo ristorante interamente dedicato alla consorte di Ken. Il nome: Barbie Cafè, naturalmente.

La bionda ideata da Ruth Handler, in commercio dal lontano 9 marzo 1959, si espande: la Mattel, la casa di produzione della stessa, ha infatti autorizzato il gruppo Sinlaku ad aprire il ristorante nel quartiere commerciale di Taipei, con l’obiettivo chiaro di rientrare in un mercato che per la Mattel è chiuso: la casa americana, infatti, aveva smesso di produrre Barbie a Taiwan negli anni ’80, quando spostò la produzione in Cina per il minor costo. Ora, con la Barbie, si vuole riconquistare il mercato dell’estremo oriente, in particolare in Cina e Giappone.

Un ristorante con profumi di rosa in ambienti da principessa; e poi tavoli che terminano con tacchi a spillo, sedie con il corsetto e tutù, lampadari a forma di teiera. Anche tutto questo è il Barbie Café.