Era multimilionario ma viveva come un clochard (foto by InfoPhoto). E’ la storia incredibile di Guido Ricci, 77enne bellunese. Ha sempre vissuto da solo elemosinando un pasto caldo e un bicchiere di vino. Si recava a tutti gli eventi organizzati in città per accaparrarsi qualcosa al buffet. Eppure aveva un patrimonio stimato di 20 milioni di euro: contanti ma anche parecchie case fra cui un appartamento a Belluno, al Lido di Venezia e perfino in Messico, ad Acapulco.

Recentemente era stato al centro di un caso di cronaca come presunta vittima di circonvenzione di incapace, mercoledì si è spento in un ricovero per malati terminali. Non ha lasciato uno straccio di testamento a parte documenti che il medico indagato per circonvenzione era riuscito a farsi intestare. Documenti che ovviamente sono stati bloccati non appena è scattata l’inchiesta della magistratura.

Si apre ora il contenzioso sulla sua eredità: beni che, in mancanza di testamento, spettano ai parenti fino al sesto grado. Alcuni lontani parenti del Padovano sono spuntati una volta saputo dell’ammontare: sarebbero figli di una cugina del signor Ricci con i quali non c’erano rapporti ma rientrerebbero nei possibili eredi essendo di quinto grado.

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook