Un pomeriggio chiusi in una bara per comprendere quanto bella sia la vita. È quanto accade in Corea del Sud, dove i dipendenti di alcune aziende vengono sottoposti a una singolare pratica: sdraiarsi in una bara, per una sorta di funerale anzitempo. È quanto riporta BBC, per un’iniziativa di prevenzione dei suicidi.

La Corea del Sud è una delle nazioni dove i lavoratori, almeno a livello statistico, sembra siano maggiormente coinvolti da crisi depressive. Per evitare che tali crisi si tramutino in suicidi, sembra che molte aziende stiano implementando delle strategie ad hoc, molte delle quali anche emozionalmente traumatiche. Da un’inchiesta di BBC in un’azienda di Seul, giungono i risultati di una singolare sperimentazione: vestiti con gli abiti tradizionali funebri, i dipendenti vengono invitati a sdraiarsi in alcune bare, con tanto di funerale improvvisato, nomi dei defunti ben scanditi, canti e ricordi tristi. Così facendo, pare si stimolino i lavoratori ad allontanarsi da idee suicide, per un trattamento shock che li aiuterebbe ad apprezzare le bellezze della vita. E l’iniziativa sembra dare i suoi frutti, almeno stando a quanto riportato dal dipendente Cho Yong-tae, intervistato dall’emittente britannica a seguito della singolare prova: «Dopo l’esperienza della bara ho capito di dover provare a vivere un nuovo stile di vita. Ho capito di aver fatto molti errori. Spero di essere più appassionato nel mio lavoro e di trascorrere più tempo con la mia famiglia». Non è però tutto: mentre questa idea solleva polemiche sui social network, altre aziende hanno optato per approcci più dolci. Ben diffusa, ad esempio, sarebbe la terapia della risata: un momento, prima dell’orario di lavoro, dove i lavoratori vengono accompagnati da un trainer nell’esprimere emozioni di gioia e divertimento, migliorando così la loro soddisfazione in ufficio.

https://twitter.com/nanacokerdotcom/status/676297392501706752

Fonte: BBC