Un’esplosione ad Anversa, in Belgio, ha causato 14 feriti (di cui uno in condizioni critiche, altri cinque gravi) e 2 dispersi interessando tre edifici compreso il piano terra in cui si trovava una pizzeria italiana.  I soccorritori sono giunti tempestivamente sul posto cercando eventuali superstiti, due al momento sono le persone che mancano all’appello e che forse si trovano ancora sotto le macerie. Estratte vive, fino ad ora, sette persone tra cui un bambino.

Belgio, non è un attacco terroristico

Gli inquirenti fanno sapere che è stata esclusa la pista terroristica: la causa dell’esplosione, che ha causato 14 feriti, non è ancora chiara. La tv pubblica belga, Rtbf, stando alle sue fonti, ipotizza una fuga di gas ma anche questa pista è al vaglio della polizia che non conferma né smentisce. L’importante, in questo momento, è liberare tutte le persone dalle macerie, cercando di soccorrere il prima possibile i feriti.

Belgio, esplosione forse partita dalla cucina del ristorante

Come dicevamo, l’esplosione che si è verificata intorno alle 21.30 di lunedì, ha interessato ben tre palazzine nella zona di Paardenmarkt, in Belgio, ovvero un quartiere molto frequentato da studenti universitari. Coinvolta, al piano terra, una pizzeria italiana, “Primavera” e, stando alle prime informazioni, l’esplosione potrebbe essere partita proprio dalla cucina del ristorante.