Tutto è iniziato con la pubblicazione sul sito di Beppe Grillo di una registrazione “rubata” tra Mariano Rabino, di Scelta civica, e di una ex deputata del M5S – Mara Miucci -, e ora del Gruppo misto. Nella conversazione si ventila la possibilità per l’ex-grillina e gli altri parlamentari usciti con lei dal movimento – si sono battezzati “Alternativa Libera” -, di entrare nel gruppo di Scelta Civica ed avere a disposizione – come prevedono le norme, 50.000 euro al mese per le necessità organizzative del gruppo stesso.

Questi soldi spettano sia ai gruppi di maggioranza che a quelli di minoranza, e nella telefonata si ventila la possibilità di assumere con questi soldi degli assistenti parlamentari – ovvero le “otto persone che possono essere assunte e messe a disposizione“. La pubblicazione della telefonata ha generato una serie di dichiarazioni. Per Mariano Rabino si tratta di “metodi da Gestapo: l’audio pubblicato dai 5 stelle è estrapolato dal contesto. Mi riservo iniziative di carattere legale”. E poi aggiunge di non aver fatto “nessun mercanteggio: ho solo ipotizzato un processo di avvicinamento politico tra gruppi. E le risorse sono quelle a disposizione dei deputati, usate anche dal gruppo dei 5 Stelle“.

Reazione fotocopia di Mara Mucci su Facebook: “Come avevamo denunciato dopo la nostra uscita dal M5S siamo dinanzi a metodi di stampo fascista. Non c’è stata nessuna compravendita tra le parti, non ho mai accettato nessuna offerta, che tra parentesi non è stata mai fatta. Farò valere le mie ragioni in tutte le sedi opportune, comprese le vie legali“. Sul tema spiega anche che “I fondi di cui parliamo sono gli stessi che intasca il Movimento 5 stelle, quasi quattro milioni di euro all’anno, sul funzionamento del gruppo. Soldi che vengono usati per svolgere un lavoro utile per i cittadini, come produrre leggi e proposte. Adesso attivano la macchina del fango.  Cari deputati dipendenti della ‘Casaleggio Associati’ state esagerando, ma non ci fate paura. E per dovere di verità non possiamo tacere che gli unici a fare politica con il solo scopo di un arricchimento personale sono Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio, che determinano le loro scelte, e le scelte che impongono ai loro parlamentari, non per il bene del Paese, ma solo valutando come far affluire maggiori introiti nelle loro casse personali“.

Diametralmente opposte le reazioni dei grillini. Il deputato Gianluca Vacca così commenta la vicenda su Facebook: “Due sono le cose: o alcune persone entrate con il M5S nelle istituzioni erano ‘marcé già prima, o si sono fatte corrompere moralmente dai palazzi del potere. Non ci sono alternative. Fa ribrezzo vedere chi è stato eletto per scardinare il sistema trattare con il sistema per fondersi con esso“.

I commenti sul post di Facebook di Mara Mucci sono in gran parte insulti, da “Giuda si è impiccato…… Voi dovreste almeno dimettervi, chiedere scusa e sparire da questo pianeta…..” a “Giuda te fa un baffo“, da “Alternativa Lurida…” a “Se ci fosse la rivoluzione, saresti giustiziata subito” o “al rogo“.