Su Twitter impazza in queste ore l’hashtag #moralistidelcazzo. Provate a scorrere nella vostra testolina la lista di nomi che potrebbe aver lanciato la tendenza e scoprirete che è molto facile capire chi ne è responsabile. No dai, Papa Francesco no, va bene che vi chiama al telefono, che si paga l’albergo di tasca sua e che fra un po’ ci whatsapperà sul cellulare la buonanotte, ma no, non è lui. No, non è neppure Selvaggia Lucarelli, lei si sta ancora mangiando le mani perché stamattina non è stata la prima a cinguettare della pseudo-gravidanza della Satta con Boateng. Su forza, non è così difficile: un aiutino? Quando non urla nelle piazze, o frinisce in Parlamento, dice parolacce sul suo blog.

Bravi, parliamo di Beppe Grillo che stamattina ha scritto testuali parole:

Ieri, alla Camera, alla richiesta del M5S di espellere i delinquenti, si è levato alto il grido “Moralisti del cazzo!”. I nominati del pdl e del pdmenoelle si sono indignati. E’ un paradosso che invece di accompagnare alla porta Berlusconi, un delinquente condannato in via definitiva, i nominati dai capibastone del pdmenoelle e dal truffatore fiscale, volessero buttare fuori noi, i cosiddetti moralisti (del cazzo). Siamo fieri di essere moralisti del cazzo e soprattutto di starvi sul cazzo“.

Le accuse, si capisce, sono rivolte a tutti gli esponenti dei partiti che continuano a temporeggiare sulla decisione di far decadere o  meno il Cavalier Berlusconi dal ruolo di Senatore, con tutte le conseguenze che ne derivano.

#moralistadelcazzo diviene così hashtag cult e spopola sul web, ma Grillo è incontenibile e continua a sparare (o twittare) a zero su tutti i politici italiani. Ecco i suoi ultimi cinguettii:

@beppe_grillo #sonounmoralistadelcazzo uno di quelli che hanno rifiutato i rimborsi elettorali,si son tagliati gli stipendi e han rinunciato alle auto blu

@beppe_grillo: ”Vorremmo dire a Renzi che il Consiglio Comunale è il luogo dove lo paghiamo per lavorare #sonounmoralistadelcazzo

@beppe_grillo Vogliamo che l’onestà torni di moda, che i semafori rossi vengano rispettati, che i ladri finiscano in galera #sonounmoralistadelcazzo

@beppe_grillo #sonounmoralistadelcazzo, uno di quelli che hanno chiesto il ritiro delle nostre truppe dall’Afghanistan

@beppe_grillo #sonounmoralistadelcazzo, uno di quelli che hanno votato contro l’acquisto dei cacciabombardieri F35

@beppe_grillo #sonounmoralistadelcazzo, uno di quelli che non vogliono condannati in Parlamento