Beppe Grillo è già pronto al clima da campagna elettorale dato che ha da poco lanciato il suo #tourdeicomuni, una serie di appuntamenti che lo porteranno in diverse città d’Italia e che partirà il prossimo 21 febbraio da Livorno. Una scelta non proprio casuale quella di Livorno, visto che la città è governata dal Movimento Cinque Stelle.

Beppe Grillo è pronto dunque a rilanciare il suo Movimento e a tornare in prima linea per farlo: bisognerà far risalire i pentastellati nei sondaggi (sembrano essere in calo di consensi o forse è solo l’ondata di protesta che si è assestata) e soprattutto bisognerà trovare una soluzione alle lotte intestine dei gruppi parlamentari a Roma, che starebbero creando non pochi problemi.

Beppe Grillo: lotta ai tagli

Come si legge sul blog di Beppe Grilli, il #tourdeicomuni è stato lanciato con un ben preciso intento: dare battaglia ai tagli previsti per gli enti locali. Tagli, secondo il leader del Movimento Cinque Stelle, si assesterebbero a quattro miliardi di euro per il solo anno 2015. Una cifra, questa, che costringerebbe tanti Comuni e molte Regioni italiane a tagliare servizi essenziali per i cittadini, soprattutto nel settore della sanità, con pesanti ripercussioni. Una decisione inaccettabile, cui Beppe Grillo si contrappone scrivendo: “Governare un Paese significa rendere migliore la vita dei propri concittadini, no di certo fare felice la Merkel e Draghi come fa il Pd, tagliando fondi ai servizi pubblici per mandarli alle banche europee“.

Per quanto riguarda invece la scelta di partire dalla città di Livorno – governata dal M5s – Grillo scrive: “Una delegazione di parlamentari italiani ed europei, con competenze specifiche per gli enti locali, incontrerà il nostro Sindaco Filippo Nogarin per dargli tutto il supporto possibile nel suo operato: la città di Livorno sta vivendo una forte crisi occupazionale e di servizi pubblici, dovute alle scelte politiche scellerate delle amministrazioni passate“.

https://twitter.com/beppe_grillo/status/568389639016488960/