Secondo il leader del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, ci sarebbero “inquietanti analogie tra Andreas Lubitz, il copilota dell’Airbus A320 della Germanwings che si è schiantato sulle Alpi francesi, e Matteo Renzi che sta schiantando l’Italia. Si tratta in entrambi i casi di uomini soli al comando“. E’ questo, in sintesi, il succo dell’ultimo post che Grillo ha pubblicato sul suo blog, intitolandolo Un uomo solo al comando #FermiamoRenzie.

Il post, con foto a tema incorporata, è stato poi lanciato su Twitter e contemporaneamente si sono scatenate le polemiche da parte di molti utenti: sono stati in tanti a non aver apprezzato il paragone fatto da Beppe Grillo, se non altro perché Andreas Lubitz è coinvolto in una vicenda che ha causato centocinquanta morti soltanto pochi giorni fa. Per molti è come ironizzare utilizzando una tragedia che brucia ancora. Insomma, un paragone, quello tra Andreas Lubitz e Matteo Renzi che forse sarebbe stato meglio evitare.

https://twitter.com/beppe_grillo/status/581415841213915137

Non deve averla pensata affatto così Beppe Grillo, che sul suo blog scrive: “Entrambi si sono chiusi dentro eliminando ogni interferenza esterna. Dall’interno della cabina di pilotaggio, Lubitz ha azionato il cockpit door. Renzie ha eliminato il Senato e ogni opposizione interna e ridotto il parlamento a un ratificatore di decreti legge“. Il parallelo tra la tragedia del Germanwings e la politica di Matteo Renzi prosegue: “I passeggeri dell’Airbus hanno capito solo all’ultimo che il copilota li stava portando al disastro, dopo otto lunghi minuti. L’Italia lo capirà anch’essa all’ultimo, quando non ci sarà più niente da fare. Un uomo solo al comando lo si è già visto in passato e non è stato un bello spettacolo“.

Su Twitter, oltre all’hashtag lanciato da Beppe Grillo #FermiamoRenzie, gli utenti hanno lanciato l’hashtag #Grillo, che oggi se la contende alla grande con #schettinen!