Per fortuna non è in pericolo di vita la studentessa di 17 anni di un paesino in provincia di Bergamo che nella serata di mercoledì è finita in coma etilico durante una serata nelle discoteca Setai di Orio al Serio.

La sua prognosi rimane tuttavia grave e la 17enne si trovava ancora in Terapia intensiva. Quando è stata soccorso dopo essersi sentita male la ragazza aveva un tasso alcolico superiore a 3 grammi per litro, una quantità che però sembra incompatibile con quanto avrebbe bevuto.

La studentessa era svenuta mentre si trovava nel giardino del locale dove si svolgeva una festa, alla quale partecipava insieme a una quindicina di amici e compagni di scuola. Ascoltati dai carabinieri, i ragazzi hanno affermato che la loro amica non avrebbe bevuto che uno o al massimo due cocktail.

Le prime cure sono state fornite dalla sicurezza del locale, che ha poi provveduto a chiamare un’ambulanza, la quale ha subito diramato un codice rosso, viste le condizioni gravissime della studentessa. Questa è stata portata prima al Bolognini di Seriate e quindi al Policlinico di Ponte San Pietro, dove i medici hanno scelto di sedarla in vista di un miglioramento.

Ai carabinieri la madre ha spiegato che raramente la figlia frequenta discoteche o locali e non è molto abituata all’alcol, ipotizzando possa essersi trattato di una reazione allergica o di un colpo di freddo.

Le forze dell’ordine hanno poi compiuto un sopralluogo nella giornata di giovedì. I proprietari non si spiegano come possa essere accaduto l’incidente, dato che la politica del locale non prevede la vendita di alcol ai minori di 18 anni, nonostante la normativa fissi il limite a 16, tanto che al bancone viene chiesto un documento d’identità per provare l’età.

Impossibile anche riguardare le immagini delle telecamere di sicurezza, dato che un temporale avrebbe mandato in tilt il sistema. Resta ancora da chiarire la dinamica di un incidente che avrebbe potuto rivelarsi fatale.