Camera ardente aperta dalla 7 del mattino

Quest’oggi la camera ardente di Monterosso in provincia di Bergamo dove è stato portato Morosini, città che gli ha dato i natali, ha aperto con due ore d’anticipo rispetto al previsto data l’enorme flusso di gente.
L’apertura era prevista per le ore nove invece le autorità hanno deciso di aprire alle ore sette e permettere ai primi tifosi di dare il proprio saluto a Morosini, morto in circostante ancora da chiarire nella gara di sabato tra il Pescare di Zeman e il Livorno, molti gli anziani e i giovani che si sono recati a salutare “Moro”.
Durante la giornata si sono alternati volti famosi, il direttore generale atalantino Roberto Spagnolo molto scosso per l’accaduto è stato il primo ad arrivare, a susseguirsi sono stati visti l’allenatore della primavera bergamasca Fabio Gallo e l’ex presidente nerazzurro Alessandro Ruggeri.
Il funerale si svolgerà domani alle ore 11, preannunciata la presenza della FIGC nelle persone di Giancarlo Abete, Demetrio Albertini e il ct dell’Italia Cesare Prandelli, saranno posizionati tre maxi schermi per assistere all’ultimo saluto a Morosini, il flusso previsto è di circa venti mila persone.