AGGIORNAMENTO ORE 6.45 - Il camionista ha riferito di essere venuto in Germania come rifugiato il 16 febbraio scorso. Il tir che guidava proveniva dall’Italia ed era diretto in Polonia, a sud di Stettino, a 180 chilometri da Berlino. Non è ancora chiaro se si sia trattato di un attentato: “Al momento non voglio usare la parola attentato anche se molti indizi lo indicano” ha detto il Ministro dell’Interno tedesco alla tv pubblica Ard.

AGGIORNAMENTO ORE 6.30 – Confermati 9 morti, 48 i feriti trasportati in ospedale.

AGGIORNAMENTO ORE 22 - La polizia ha arrestato il presunto guidatore del Tir (che si era dato alla fuga) mentre il suo complice è morto nello schianto.

Ci sarebbero 9 morti e diversi feriti a Berlino dove un camion è piombato sulla folla in un mercato di Natale. Secondo l’agenzia Dpa, “un tir ha invaso un marciapiede nei pressi della chiesa del Ricordo” e ci sarebbe già un morto, come “riferito da un portavoce della polizia”. 

Berlino, incidente o attacco terroristico

La strage si sarebbe consumata – alle 20 – in pieno centro nella parte ovest di Berlino dove era in corso un mercatino natalizio a Breitscheidplatz, nel quartiere Charlottenburg. Il camion era guidato da una sola persona che ancora non sarebbe stata identificata dalle forze dell’ordine tedesche.

Berlino, scenario terroristico simile a Nizza

Non è chiaro, tra l’altro, se si tratti di un incidente o di un attacco terroristico. Alcune fonti di polizia iniziano ad ipotizzare che sia stato “compiuto un attentato con un camion” che proveniva dalla stazione ferroviaria e metropolitana “Zoologischer Garten”: lo scenario terroristico è simile a quello di Nizza del 14 luglio scorso quando morirono 86 persone schiacciate da un tir guidato da un estremista islamico.

Per l’agenzia Dpa “un criminale sarebbe in fuga” verso Mitte, centro dell’ex Berlino est.

Berlino, live Twitter