Paura a Berlino, dove la scorsa mattina un turista italiano è stato aggredito selvaggiamente da tre sconosciuti in una stazione della metropolitana (la famosa U-Bahn).

Il 23enne che si trovava nella capitale tedesca, attualmente ricoverato in ospedale in condizioni gravi, è stato vittima di un’aggressione sulla banchina di Schlesisches Tor, sita nel quartiere multietnico di Kreuzberg.

Secondo le testimonianze di alcuni presenti il turista sarebbe stato prima colpito dal getto di uno spray urticante e poi, una volta riverso sul pavimento, sarebbe stato tempestato di colpi diretti al capo. Sembrerebbe che uno dei componenti del trio abbia persino fatto uso di un cartello pubblicitario. Il pestaggio, avvenuto senza alcun preavviso, è stato poi interrotto quando un passante ha provato a intervenire.

Il turista non sarebbe in pericolo di vita, ma ha riportato danni di non lieve entità al collo e una ferita lacero contusa. Del tutto ignoto il movente dietro l’aggressione, ma si presume di poter escludere facilmente la pista della violenza a sfondo razzista. Più probabile invece che il trio di sconosciuti fosse in preda all’alcool dopo un weekend di bagordi, vista anche l’incidenza statistica di casi simili di non scarso conto.

Un’analoga aggressione era infatti avvenuta nella stazione di Klosterstrasse ai danni di un 25enne, ricoverato in condizioni gravi dopo essere stato malmenato, accoltellato e infine lanciato sul binario. Ma in generale è stato un weekend violento quello di Berlino: la stampa locale ha infatti riferito di altri gesti simili.

Su un autobus che transitava in pieno centro sono stati feriti con un coltello due uomini di 25 e 42 anni, mentre nella stazione di Alexanderplatz sono stati malmenati un poliziotto in borghese e suo fratello che stavano cercando di fermare un uomo che stava molestando una ragazza. Alla stazione di Hauptbahnhof, infine, un senzatetto è stato aggredito e derubato da due ragazzi di 22 e 23 anni.