Alla soglia degli 80 anni Silvio Berlusconi guarda al futuro politico dell’Italia senza immaginarsi protagonista, forse per la prima volta.

Il leader di Forza Italia, impegnato in un’intensa campagna elettorale per le prossime elezioni regionali, intervistato da Canale 21 ha confidato di vedere all’orizzonte la nascita di un nuovo partito di grande entità, che “non si chiamerà partito dei Repubblicani, ma sarà un movimento che abbraccerà tutti i moderati italiani”.

Ma il vero colpo di scena è quanto segue dopo, l’ammissione del desiderio di volersi fare da parte: “Non sarà  guidato da me, ma da un mio erede. Chi sarà questo erede politico? Ci sono due o tre persone che potrebbero prendere il mio posto di leader del movimento”.

Tuttavia l’ex Presidente del Consiglio, fedele alle sue idee sulla leadership, ipotizza che questo nuovo movimento di moderati non avrà bisogno di primarie. Le figure carismatiche del passato, afferma il Cavaliere, non hanno mai avuto la necessità di conferme da parte della base, ma si sono imposte da sé: “La storia insegna che i grandi leader come De Gasperi, Craxi e Berlusconi non sono mai passati per le primarie”.

Ai microfoni del Tg5 Berlusconi ha affermato di sentire la responsabilità di ciò che accade nel Paese, anche in questo momento in cui ha deciso di rimanere più defilato. In particolar modo ha ricordato l’importanza del voto delle ragionali, sopratutto dopo il malgoverno della sinistra, rea su ogni cosa di non voler restituire il dovuto ai pensionati:Lo Stato vuole che i suoi cittadini paghino le tasse, ma deve comportarsi con rispetto nei confronti dei pensionati pagando tutto quanto è dovuto, non dando solo una parte che vuole chiamare bonus. Penso che sia mancanza di rispetto. I pensionati devono andare a votare se rivogliono quello che è loro dovuto.”

Dopo la Puglia è il turno della Campania: il tour delle regionali porta Berlusconi in tutta Italia, ma tra le prossime tappe ci sarà anche il tubo catodico. Fabio Fazio ha infatti annunciato che nella prossima puntata di domenica di Che tempo che fa avrà un ospito inatteso. Tutti gli sguardi si sono puntati su Berlusconi, e in effetti il suo staff ha confermato l’indiscrezione.

Di certo quello di Fazio non è proprio un salotto favorevole, ma Berlusconi non è nuovo a mosse del genere, come si ricorda chi assistette al suo faccia a faccia con Michele Santoro nel 2013. In ogni caso con lo sbarco su Instagram del Cavaliere ogni barriera tra pubblico e privato pare essere stata abbattuta.