La convulsa giornata politica di ieri non ha riempito solo le pagine dei giornali italiani. Ma è finita, come è successo spesso negli ultimi anni, anche sulle testate straniere, che da tempo ormai hanno un occhio attento a tutte le mosse del Cavaliere. E così non si sono certo fatti sfuggire l’annunciato ritorno in campo né tantomeno il mancato appoggio del Pdl al voto di fiducia sul decreto Sviluppo in Senato, che segna con chiarezza la decisione del centrodestra di sfilarsi dalla maggioranza.

“Berlusconi indebolisce il governo Monti” scrive il francese Le Figaro, sottolineando che “la stabilità del governo italiano è stata rimessa in questione” dal partito dell’ex premier, una situazione che “minaccia di mettere fine all’ambizioso programma di riforme lanciato dal primo ministro Mario Monti”.  Di “incertezza politica” scrive lo spagnolo El Mundo, riportando le parole del presidente Napolitano, e parlando, appunto, di “tensione e incertezza politica” dopo la decisione dei senatori del Pdl di non votare la fiducia.

La Bbc racconta di un partito di centrodestra che “si ribella” nel Parlamento italiano e descrive la nervosa reazione dei mercati finanziari mentre l’Economist, che da anni conduce una battaglia personale contro il Cavaliere, si chiede se “il governo Monti è destinato a cadere?”. Il Guardian parla di “agitazione politica” provocata dal “boicottaggio” del centrodestra. L’uscita del Pdl dalla maggioranza trova molto spazio anche sul tedesco Sueddeutsche Zeitung ma valica anche l’Oceano, finendo sulle pagine di molti giornali e siti dall’altra parte dell’oceano.