“Se viene a roma a trovarmi, la faccenda della casa la sistemo io”, queste le parole di Silvio Berlusconi durante la diretta di Quinta Colonna a Emmanuel Mariani, ospite del programma di Paolo Del Debbio dove ha lanciato un appello.

Emmanuel Mariani è un cittadino romano dipendente dell’Atac (zienda per i Trasporti Autoferrotranviari del Comune di Roma) che, pur avendo una figlia disabile, rischia lo sfratto da una casa popolare. “Io, mia moglie e i miei tre figli, di cui uno invalido al 100%, rischiamo di finire in mezzo alla strada. Siamo disperati”.

“Mia figlia - spiega Emmanuel – ha bisogno di una assistenza continuativa: soffre di epilessia e mangia artificialmente. Ma non mi lamento, perché non ci fa mai mancare un sorriso. Avendo questo problema, nel 2006 siamo entrati in una graduatoria speciale e abbiamo avuto l’assegnazione della casa comunale. A ottobre la nuova giunta comunale ci ha spedito una lettera di sfratto perché, per un cavillo, hanno ritenuto invalido l’atto di assegnazione. Ho chiesto più volte, anche al sindaco Virginia Raggi, di venire a vedere in che condizioni vive la mia bimba, ma non ho mai ricevuto alcuna risposta”

Poco dopo il racconto disperato dell’uomo, è arrivata la chiamate dell’ex premier Silvio Berlusconi, che ha dichiarato: “Ho visto questa situazione di Emmanuel e volevo semplicemente intervenire per dire che mercoledì sono a Roma. Se viene a trovarmi, la faccenda della casa la sistemo io”.