Se la dichiarazione di Angelino Alfano dopo il vertice del Pdl del 24 agosto ad Arcore con Silvio Berlusconi, pur durissima, poteva anche lasciare qualche debolissimo spiraglio alla sopravvivenza del Governo, le parole di Daniela Santanché, in un’intervista a Repubblica, sono del tutto conclusive: “E’ finita, finalmente. Non ci facciamo più prendere in giro, il governo Letta cadrà. L’ha detto anche il presidente, che non mi è mai sembrato così forte, tranquillo e determinato: non dobbiamo aspettarci niente, perché da Napolitano, da Letta e dal Pd niente avremo“.

La Santanché (foto by InfoPhoto), tra le più accese sostenitrici della linea dura, nell’intervista critica i moderati del partito, citando Cicchitto, Schifani, Quagliariello e Lupi. Non sono mancate le risposte. L’ex presidente del Senato, Renato Schifani, ha dichiarato: “E’ davvero molto grave che si provi a dividere il Pdl in buoni e cattivi. Il comunicato di Angelino Alfano avrebbe dovuto sconsigliare l’onorevole Daniela Santanchè dal fare affermazioni inopportune che possono danneggiare l’immagine unitaria del partito e rischiano, peraltro, di incidere negativamente sulle vicende che coinvolgono il presidente Berlusconi“.