Silvio Berlusconi ha deciso di scrivere agli altri partiti del centrodestra per una nuova piattaforma politica.

Il leader di Forza Italia lancia la sfida al premier Matteo Renzi, “Renzi è più moderno, ma non può rappresentare i nostri elettori e la nostra visione della società” scrive l’ex premier che vuole riunificare tutta l’ala moderata italiana per la prossima campagna elettorale.

Pubblicata da il Giornale, le parole di Berlusconi sono chiare. Scrive di abbandonare ogni personalismo, divisione, e di costruire qualcosa di nuovo, “Sono convinto che sia giunto il momento di riprendere, per gradi e nel rispetto delle storie di ciascuno, la strada per costruire non un cartello elettorale, che non servirebbe a nulla, ma una piattaforma politica comune in vista delle prossime scadenze elettorali”.

Per l’ex premier il bipolarismo puro tra centrodestra e centrosinistra è vivo, maturo e di tipo europeo. Grillo accennato per definirlo “fenomeno distruttivo”. Quindi lancia la nuova sfida perchè dice, “Gli italiani, d’altronde, non vogliono formule, vogliono sentirsi dire, in modo pragmatico e credibile, cosa vogliamo fare, quando, come e con chi. Per questo vi rivolgo un appello: su questi temi possiamo ricominciare a lavorare insieme, perché sono temi che appartengono a noi e sui quali la sinistra ha risposte molto diverse dalle nostre.”

Berlusconi dopo l’assoluzione per il caso Ruby è tornato quindi sulla scena politica italiana, e a quanto pare è pronto a ricandidarsi come leader dei moderati.