L’operazione a cuore aperto su Silvio Berlusconi si è conclusa dopo circa quattro ore e mezza di intervento in sala operatoria. In attesa del bollettino medico ufficiale, sembra che sia andato tutto bene e a confermarlo sono arrivate le parole di Gianni Letta, consigliere e amico fidato del leader di Forza Italia.

Durante l’intervento di sostituzione della valvola aortica sembra sia proceduto tutto senza nessun problema. L’annuncio del buon esito dell’operazione su Berlusconi è stato fatto da Gianni Letta intorno alle ore 12:30. Letta si trovava a Roma a un evento pubblico quando ha risposto a una telefonata proveniente dall’ospedale San Raffaele di Milano dicendo: “Tutto bene, ora sono più tranquillo. Scusate, ma ero in ansia”.

L’operazione è stata effettuata dal primario di cardiochirurgia Ottavio Alfieri, con l’aiuto di Alessandro Castiglioni e di Alberto Zangrillo, primario di Anestesia e Rianimazione del San Raffaele, nonché medico personale di Berlusconi.

A questo punto, Silvio Berlusconi sembra verrà tenuto per due giorni nel reparto di terapia intensiva chirurgica, dove verrà monitorato dai medici dell’ospedale. Dopodiché l’ex presidente del Consiglio potrà tornare nella sua stanza al sesto piano del San Raffaele.

Silvio Berlusconi dovrebbe quindi trascorrere un periodo di una settimana di degenza e poi lo aspetta un mese circa di riabilitazione. Tra i presenti al San Raffaele di Milano nel corso dell’intervento cardiaco vi erano la sua giovane compagna Francesca Pascale, suo fratello Paolo e tutti i figli.

All’ospedale c’era anche Fedele Confalonieri, il presidente di Mediaset, che all’infuori della struttura ha dichiarato ai giornalisti presenti: “Il Cavaliere è forte e supererà anche questa”.

Alla vigilia dell’operazione, Silvio Berlusconi attraverso la sua pagina Facebook aveva scritto: “Sono naturalmente preoccupato. Ma sono stato molto confortato dalle tantissime dimostrazioni di stima, di sostegno e di affetto che mi sono pervenute da ogni parte, anche dai cosiddetti avversari politici. Che bella un’Italia così, in cui tutti si vogliono bene! A tutti un grazie riconoscente e un abbraccio affettuoso”.