Inevitabili le proteste da parte del Pdl dopo la notizia del rinvio a giudizio di Silvio Berlusconi per corruzione nella vicenda della compravendita dei senatori, in particolare Sergio De Gregorio. Il commento più duro nei confronti della decisione del Gup di Napoli Amelia Primavera è quello di Renato Brunetta. Il capogruppo alla Camera ha dichiarato al Tg1: “Nella passata legislatura hanno cambiato casacca più di 120 tra deputati e senatori, in gran parte da destra verso sinistra e cioè contro Berlusconi. E adesso, rinviano a giudizio Berlusconi. Questa è la prova provata dell’accanimento nei suoi confronti“.

Gaetano Quagliariello è sulla stessa linea. Parlando a Otto e mezzo, il ministro per le Riforme costituzionali ha commentato: “Credo che la giustizia si sia comportata molto male con Berlusconi in questi vent’anni, è stato un accanimento. La riforma dello Stato e la riforma della giustizia sono due facce della stessa medaglia“.

Berlusconi (foto by InfoPhoto) non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali. Gli organi di stampa gli attribuiscono tuttavia commenti di varia forza: dal “Pensate davvero che mi fossi fatto delle illusioni?” al “Vogliono farmi fuori”.