La situazione medica di Silvio Berlusconi non presenta circostanze tali da far sussistere il legittimo impedimento invocato dalla difesa. Questo è quanto emerso dalla visita fiscale effettuata in giornata all’ex-premier imputato al processo Mediaset e richiesta dal pm Ilda Bocassini.

Il Cavaliere, ricoverato al San Raffaele, ha un’infiammazione agli occhi, i suoi medici sottolineano che le “lamentate problematiche visive del paziente» – dolori all’occhio sinistro e fotofobia – tutt’al più possono “incidere sull’efficacia psicofisica dell’imputato». Il primario di oculistica Francesco Bandello insiste: “Berlusconi resti in ospedale almeno fino a domani“.

“Troppa fretta di arrivare ad una sentenza”. Questo, invece, il commento dell’avvocato Niccolò Ghedini che durante l’udienza di stamane ha rinunciato all’arringa, limitandosi a presentare una memoria difensiva. A concludere l’udienza è stato l’intervento del difensore di Frank Agrama; si torna quindi in aula sabato prossimo.