Silvio Berlusconi nel corso di un intervento alla manifestazione Primavera Azzurra a Milano è tornato parlare dell’alleanza con la Lega Nord e con il resto del centrodestra e ha lanciato l’idea del ritorno della lira, con il progetto di una doppia moneta destinato a fare molto discutere.

Berlusconi ha ribadito l’unità del centrodestra, totale o quasi: “il programma è condiviso già al 90 per cento”. Riguardo alle prossime elezioni politiche, il leader di Forza Italia non ha dubbi sul risultato: “Andremo alle urne nel 2018 e vinceremo”.

Riguardo alla questione della nuova moneta, Silvio Berlusconi si è dichiarato contrario a un’uscita dell’Italia dall’Ue: “Uscire dall’euro sarebbe rischioso per il Paese: si avrebbero ripercussioni sia sul debito pubblico sia sui risparmi degli italiani. I tassi di interesse salirebbero e così pure l’inflazione, senza contare la possibile ondata speculativa”.

Berlusconi ha quindi lanciato l’ipotesi di una doppia moneta, un tema che però lascia perplessa la Lega Nord. Il Cavaliere è comunque fiducioso di poter convincere Matteo Salvini con un incontro faccia a faccia: “In privato, come spesso accade, mi darà ragione”.

Per il momento però Salvini si è dichiarato contrario all’idea della doppia moneta: “Le due monete nello stesso portafoglio non mi sembra che abbiano molto senso economico. Ci sono sette premi Nobel per l’economia che dicono che l’euro è un esperimento finito male. Quindi noi ci stiamo preparando al dopo euro, con una moneta italiana più giusta, più utile alle nostre imprese”.