Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, non ha dubbi: il Governo M5s-Lega non sta operando per il bene del Paese. Queste le sue parole:

Continuiamo a rivolgerci a Salvini e alla Lega perché i programmi di centrodestra e M5s sommandosi non possono portare ad altro che all’esplosione del bilancio. Auspichiamo la fine prossima di questo governo e che il centrodestra si ripresenti agli elettori unito per vincere. Abbiamo paura che l’Italia possa avviarsi verso un baratro non solo economico ma di democrazia e libertà.

“Negativo e distruttivo”, così Berlusconi ha definito il reddito di cittadinanza:

Abbiamo parlato della Manovra che non si conosce esattamente e in particolare del reddito di cittadinanza, una cosa che non sta in piedi, un disastro, perché spingerà molti a non cercare più lavoro, molti a lasciare lavori tanto paga lo Stato. Riteniamo sia un disastro che non possa portare a eliminare la povertà ma solo un gran buco nero nel bilancio, oltre che un danno e un’ingiustizia per chi lavora.

E non risparmia critiche al Movimento Cinque Stelle:

Dalle dichiarazioni dei 5 Stelle io comincio ad essere preoccupato dalla deriva autoritaria. Sono ispirati solo dall’invidia sociale, dall’odio sociale e dal rancore e hanno una concezione dello Stato che una volta si chiamava Stato etico che non è lo Stato che non ruba. Ma lo Stato che decide qual è il bene e il male per i cittadini. Lo impone ai cittadini che in questo modo diventano sudditi dello Stato che è il contrario di ciò che deve essere una democrazia quale noi finora fortunatamente siamo.