Solo oggi si è saputo che Silvio Berlusconi si trova attualmente ricoverato in una clinica di New York per alcuni accertamenti.

L’ex premier è infatti ospite del Presbiterian Columbia University Medical Center dallo scorso venerdì per sottoporsi ad alcuni accertamenti medici resisi necessari dopo l’intervento chirurgico subito presso il San Raffaele di Milano nel mese di luglio.

Non è chiaro quanto durerà la fase di osservazione, ma a quanto reso noto il periodo di stop è stato provocato dall’insorgenza di alcuni scompensi pressori e di infiammazioni legati al decorso post operatorio.

Le condizioni di salute del Cavaliere sono state rese pubbliche attraverso la documentazione legale che gli avvocati di Silvio Berlusconi, Federico Cecconi e Franco Coppi, hanno presentato nell’ambito del procedimento Ruby Ter, per il quale nella giornata di oggi era prevista una nuova udienza.

Il giudice ha accolto la richiesta di rinvio dell’udienza per legittimo impedimento legato a motivi di salute, e l’udienza preliminare è stata spostata al 15 dicembre.

Berlusconi è accusato di aver sborsato 10 milioni di euro per garantirsi il silenzio delle ragazze che avrebbe partecipato alle feste che si sarebbero tenute nella sua residenza, e convincerle a riferire il falso alla magistratura: 7 dei 10 milioni incriminati sarebbero finiti proprio nelle tasche di Ruby (al secolo Karima El Mahroug).

A margine si segnala che la posizione di Berlusconi è stata stralciata dal gup Laura Marchiondelli rispetto a quella degli altri 23 imputati e quindi la sua parte di processo verrà officiata in modo autonomo, forse davanti a un differente giudice.