A partire dal prossimo primo agosto 2016 Trenitalia è pronta a rivoluzionare del tutto la politica in fatto di biglietti regionali. Le novità principali riguarderanno la durata dei biglietti (che non sarà più di due mesi da di ventiquattr’ore), il fatto che sul tagliando sarà presente la tratta da percorrere e il giorno della partenza. Quest’ultima sarà molto importante perché il biglietto regionale potrà essere utilizzato soltanto entro le ore 23:59 di quello stesso giorno.

Una vera e propria rivoluzione, che porterà i viaggiatori di Trenitalia a cambiare letteralmente le proprie abitudini. Ma anche una serie di novità che sono state salutate come ottima risposta all’evasione perpetrata da quanti si ostinano a salire sui convogli senza pagare il prezzo del relativo biglietto.

Rispetto al nuovo metodo che sarà introdotto a partire dal primo agosto 2016, l’attuale sistema prevede infatti che i biglietti regionali acquistati abbiano una validità di due mesi. Una novità che evidentemente non riguarda i biglietti regionali acquistati attraverso il sito di Trenitalia dato che per questi ultimi le regole che andranno in vigore dal primo agosto sono già valide da diverso tempo. Il cambiamenti riguarderà allora i biglietti acquistati attraverso le edicole, le agenzie di viaggi, le biglietterie tradizionali oppure quelle self service.

Le abitudini dei viaggiatori cambieranno perché non sarà più possibile acquistare biglietti in serie da utilizzare poi nel corso del tempo. Ad esserne “colpiti” saranno dunque i viaggiatori abituali o occasionali che si servono dei treni regionali e che non hanno un abbonamento. Chi è invece fornito di abbonamento non dovrà sottostare ad alcun cambiamento.

I nuovi biglietti regionali dovranno essere sempre convalidati e potranno essere cambiati una sola volta, gratuitamente, entro la mezzanotte del giorno precedente. Il cambio di biglietto ha un costo di cinquanta centesimi soltanto se lo si effettua nei punti vendita che li emettono.