Il bilancio di Costa Crociere, per il 2011, si conferma positivo.

Secondo quanto annunciato in occasione dell’assemblea dei soci che si è riunita a Genova nei giorni scorsi, Costa Crociera, nel periodo compreso tra l’1 dicembre 2010 e il 30 novembre 2011, avrebbe incassato ben 2,3 milioni di euro, registrando una crescita del 9,6% rispetto all’anno precedente.

In crescita è anche il tasso di occupazione del 105%.

“L’incremento del giro d’affari – secondo quanto dichiarato dal gruppo in una nota – consolida la posizione di Costa Crociere quale società turistica più rilevante nel nostro Paese”.

Visti i risultati 2011 in effetti non sembra facile dire il contrario.

Ci sono anche novità per il 2012, che non si preannuncia un anno facile per la compagnia.

Come dichiarato dal presidente e AD di Costa Crociere, Pier Luigi Foschi, ci saranno “investimenti per la realizzazione di nuove navi, come Costa Fascinosa, che entrerà in servizio a fine Aprile 2012, e di AIDAmar, ai primi di Maggio 2012. Bisogna tener presente che questi risultati sono stati raggiunti in un contesto socio-economico molto difficile, caratterizzato dalla recessione economica e ulteriormente aggravato dalla crisi araba, che ci ha costretto a cambiare circa un quarto dei nostri itinerari”.

Le prospettivi per l’anno 2012 restano comunque positive anche perché “’il volume delle prenotazioni 2012, dopo i recenti fatti, sta riscontrando una positiva inversione di tendenza in diversi mercati strategici per il business dell’azienda. Nel corso delle ultime settimane le crociere di Pasqua del 2012 stanno registrando trend di prenotazioni superiori a quelli per le crociere di Pasqua del 2011”.

Sembrerebbe dunque che nulla spaventi i passeggeri.