UPDATE: un ragazzo rumeno di 21 anni è indagato per la morte di Maria Ungureanu, la piccola di 10 anni ritrovata morta all’interno di una piscina di un ristorante a San Salvatore Telesino (paesino in provincia di Benevento). Il ragazzo è stato interrogato per tutta la notte e poi rilasciato in mattinata. L’accusa con cui è stato iscritto nel registro degli indagati è di omicidio doloso e violenza sessuale.

È mistero sulle cause della morte di una bambina di origini rumene di quasi dieci anni che abitava a San Salvatore Telesino, in provincia di Benevento. La piccola, di cui si erano perse le tracce nella giornata di domenica, è stata ritrovata morta, nella piscina di un agriturismo. Gli inquirenti stanno ora indagando in tutte le direzioni: quello capitato a Maria, questo il nome della piccola, potrebbe essere stato un tragico incidente ma nessuna pista è esclusa al momento.

La bambina è stata infatti ritrovata nuda, mentre galleggiava sulla piscina e i suoi vestiti si trovavano a bordo vasca. Le ultime persone che l’avrebbero vista hanno riferito che alle ore venti di domenica 19 Maria sarebbe uscita dalla chiesa di Santa Maria Assunta, dove tra l’altro aveva detto ai genitori di recarsi. Poi più nulla, della piccola si sarebbero perse le tracce fino al tragico ritrovamento di oggi. Maria era figlia di padre operaio e di madre badante e avrebbe compiuto dieci anni il prossimo mese di agosto.

A dare l’allarme, attorno alla mezzanotte di lunedì, è stata a titolare di un pub della zona, che avrebbe notato il corpicino galleggiare sull’acqua. I carabinieri, accorsi sul luogo, avrebbero immediatamente fatto partire le indagini: l’agriturismo era chiuso ieri sera e sarebbero stati interrogati anche alcuni giostrai attualmente presenti in zona. In attesa di sapere la verità, il piccolo paesino di circa quattromila anime in cui Maria viveva è sotto choc: l’ipotesi che non possa essersi trattato solo di un tragico incidente preoccupa non poco.