La generosità dei bambini non ha davvero limiti, anche quando si tratti di gesti di piccolissimo valore economico. Uno degli esempi più belli arriva in queste ore da Laura, una ragazzina del comune di Né in provincia di Genova.

La bambina di dieci anni ha inviato una lettera dolcissima al sindaco del Comune di Norcia allegando nella busta 5 euro come sua personale donazione alle vittime del terremoto. Nella lettera, pubblicata sulla pagina Facebook del comune perugino, si legge il messaggio pieno di amore della bimba generosa:

“Caro sindaco, mi chiamo Laura, ho dieci anni e abito a Né (Ge). Ogni sera vedo alla televisione la vostra città e mi fa tanta tristezza. I miei genitori mi hanno fatto vedere le foto che avevano fatto nella vostra città qualche anno fa. Le invio un piccolo aiuto e prego che tante altre persone lo facciano“.

Un gesto spontaneo ma apprezzatissimo, tanto che il post su Facebook ha raggiunto in pochissime ore tremila e cinquecento like e più di tremila condivisioni. Tantissimi i commenti degli internauti, commossi dalla spontanea solidarietà di Laura: “Questi cinque euro valgono come cinque milioni di euro. Mi ha fatto piangere“; “Grazie Laura del tuo buon cuore, e ringrazio anche i tuoi genitori per averti insegnato ad essere buona e altruista“; “se tutti ragionassimo con il cuore dei bambini il mondo sarebbe migliore grande Laura“; “Ottimo! Bisogna crescere i nostri figli facendogli vedere ciò che accade, e sensibilizzarli alla solidarietà, insegnando loro che una società sempre in competizione, tutti contro tutti, è una società perdente. La solidarietà è futuro, è speranza, è crescita“.