Accompagnare una figlia all’asilo e dimenticarsi dell’altra, sembra impossibile ma capita sempre più spesso. L’ultimo episodio di questa tragica sequenza arriva da Vada, in provincia di Livorno, dove una mamma ha lasciato la figlia in auto per  ben 4 ore sotto il cocente sole di luglio. L’increscioso episodio è accaduto ieri mattina. I medici che hanno soccorso la piccola hanno espresso preoccupazione per le sue condizioni.

Bimba dimenticata in auto: è amnesia dissociativa

Dalla ricostruzione degli eventi è emerso che nella mattinata di ieri, martedì 26 luglio, la donna, mamma di due bambine, è uscita di casa per accompagnare una delle due al centro estivo. Dopo aver lasciato al centro la figlia maggiore di tre anni e mezzo la donna si è recata come al solito al lavoro, dimenticando che sul sedile posteriore c’era ancora la più piccola, di soli 18 mesi, che avrebbe dovuto accompagnare al nido.

L’agonia della bimba è durata dalle ore 10 alle 14 circa quando finalmente è stata soccorsa. Trasportata inizialmente presso l’ospedale di Cecina con l’ambulanza del 118 le sue condizioni sono subito risultate gravi. La bimba era infatti priva di sensi, fortemente disidratata e presentava una temperatura corporea di 42 gradi. La struttura di Cecina non era adatta a gestire il caso. La piccola paziente pertanto è stata trasportata all’ospedale Meyer di Firenze, nel reparto di terapia intensiva. In un primo momento i medici si erano detti più ottimisti ma oggi il direttore sanitario dell’ospedale Francesca Bellini ha ammesso di fronte ai giornalisti tutta la sua preoccupazione. Qualora la bimba dovesse sopravvivere, i medici temono infatti delle ripercussioni a livello neurologico.

Immediate sono scattate le indagini dei Carabinieri di Cecina per cercare di capire come la donna abbia potuto lasciare la bambina in auto sotto il sole per 4 ore. Il sospetto è che si sia trattato di amnesia dissociativa.  Il genitore che ne viene colpito dimentica il figlio in macchina e vive la sua giornata come se nulla fosse. Gli inquirenti hanno appreso che la madre della piccola soffre di deficit di memoria acuta. Appena pochi giorni fa a Forlì si era verificato un caso simile.