Partorisce in aereo, a circa 10.000 metri d’altezza, aiutata dall’equipaggio del volo e dalla provvidenziale presenza di un medico fra i passeggeri. È la straordinaria vicenda che coinvolge una donna, incinta di due settimane, su un volo diretto dalla Cina a Los Angeles. Grazie a un atterraggio d’emergenza in Alaska, mamma e piccola si trovano in buone condizioni di salute.

Il tutto è accaduto su un volo di China Airlines, dove una donna incinta di 32 settimane ha cominciato a patire le doglie in alta quota. Subito l’equipaggio è intervenuto fornendo aiuto fisico e morale, facendo stendere la donna e aiutandola con coperte e lenzuola. Poi l’intervento di un medico a bordo, indispensabile per portare a termine il parto di una sanissima bambina. L’aereo ha quindi effettuato un atterraggio d’emergenza presso il Ted Stevens International Airport di Anchorage, in Alaska, dove mamma e figlia sono state immediatamente condotte in ospedale. Siccome la piccola è nata nello spazio aereo statunitense, ma su un volo cinese, al momento non è ben noto come verrà considerata la nazionalità.

Fonte: UPI