Napoli, quartiere Arenella, 15 gennaio. Una donna, impiegata di banca, 43 anni, nella propria camera da letto ha un malore; è grave, non c’è niente da fare, muore.

Sua figlia, una bambina di soli due anni, improvvisamente si trova sola in casa. Vede la madre a terra, immobile di fianco al letto. E allora le si siede accanto, per una inconsapevole veglia funebre.

Passeranno diverse ore prima che il padre torni a casa dal lavoro. Apre la porta, la bimba sente il rumore, si alza e va verso di lui; gli indica il corpo della madre. A quel punto l’uomo compie la macabra scoperta.

Intervenuta la Polizia del capoluogo della Campania (foto by InfoPhoto), il marito ha riferito di aver sentito al telefono la moglie nella tarda mattinata. Secondo le prime informazioni, potrebbe trattarsi di un infarto. Il magistrato di turno ha disposto l’esecuzione di un’autopsia sul cadavere della donna per accertare sia la causa della morte che l’orario in cui il decesso è avvenuto.