Sono due gli alani che hanno azzannato un bambino di appena 8 anni il quale, dopo le prime cure prestategli dai sanitari del “San Vito e Santo Spirito” di Alcamo, è stato trasferito all’Ospedale dei Bambini di Palermo. Lì i medici lo hanno salvato: sono stati necessari, infatti, ben 200 punti per suturare le ferite provocate dai morsi dei due animali. Il piccolo, adesso, è fuori pericolo: provvidenziale l’intervento del proprietario dei due cani che ha evitato il peggio.

I fatti si sono verificati in una villetta alla periferia di Alcamo dove un bimbo di 8 anni stava giocando con un pallone nel giardino della villetta insieme a un suo coetaneo. All’improvviso i due cani – che, stando alle prime informazioni, erano rinchiusi all’interno di un recinto – hanno saltato la rete e azzannato il piccolo alle gambe, al tronco e al collo. Immediata la reazione del proprietario dei due animali che, senza pensarci un attimo, attirato dalle grida della vittima, è intervenuto liberando il piccolo dalla morsa dei due alani.

Casi simili sono già accaduti ma, come ricorderete, sono finiti in tragedia con la morte dei bambini sbranati dai cani. Questa volta, fortunatamente, il piccolo è stato salvato anche se si sono resi necessari 200 punti di sutura.