La madre grida al miracolo visto che suo figlio di 4 anni, caduto dal 7° piano di uno stabile a Milano, si trova in ospedale senza alcuna grave conseguenza. Nessun trauma cranico. Tutto è cominciato sabato scorso: la donna, che fa la colf ed è separata dal marito, lascia il figlio ad un’amica, sua vicina di casa, per andare a lavorare. Lui, intento a giocare con una sua “compagnetta”, rimane lì anche la notte e l’indomani: poi il lancio dalla finestra di domenica mattina in un orario compreso tra le 9.30 e le 9.40 di domenica mentre la donna – ora indagata per “omessa custodia” – si trovava in bagno. Si stava preparando per andare a messa e, forse, stava ascoltando la musica: per questo non avrebbe sentito nulla, non si sarebbe accorta di niente.

Il piccolo, stando alle prime risultante investigative, avrebbe fatto un volo – da un’altezza di 18 metri come ricostruito dal Corriere.it – finendo sulla tettoia dello stabile: ad accorgersene alcuni ragazzi – che si trovavano in balcone a fumare – i quali hanno chiamato immediatamente i soccorsi.

Il bimbo di 4 anni ha solo un’escoriazione alla guancia e un’ematoma che i medici hanno controllato con una terza Tac in meno di 48 ore. Sembra non esserci niente di preoccupante. Per la madre del piccolo c’è la mano di Dio.