“Papà sta ammazzando mamma, venite!” questa è la chiamata arrivata al 112 Porta Portese di Roma da un bambino di 6 anni. I Carabinieri sono subito intervenuti raggiungendo l’appartamento di via Oderisi da Gubbio dove un cittadino egiziano, incensurato, di 40 anni che lavora come pizzaiolo stava picchiando il bimbo e la moglie.

La donna, 32 enne di origini egiziane ma nata a Roma, ha raccontato alle forze dell’ordine che da oltre un anno subiva delle violenze da parte del marito anche se non aveva mai denunciato. La furia dell’uomo, questa volta, sarebbe stata scaturita poiché il marito riteneva che lei avesse prelevato dal bancomat più soldi rispetto a quanto concordato. L’uomo preso dalla rabbia ha afferrato la moglie per il collo tentando di strozzarla e colpendola con calci e pugni.

Il bimbo, vista la scena, è riuscito a dare l’allarme chiamando i Carabinieri ma è stato scoperto dal padre che lo ha picchiato. Fortunatamente l’intervento dei Carabinieri è riuscito a mettere in salvo la donna e il bambino che sono stati trasportati in ospedale per le medicazioni mentre l’uomo è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. Ora si trova al carcere Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.