Tragedia in un condominio di Bologna: un bimbo di 2 anni è stato investito da un’auto che stava facendo manovra nel cortile ed è morto. Il tragico incidente è avvenuto ieri, intorno alle 19 e 30, nel cortile di uno stabile di via Jacopo della Quercia, zona Navile, alla periferia di Bologna.

Stando a una prima ricostruzione degli eventi effettuata dagli inquirenti grazie alle testimonianze raccolte, il bambino si trovava con alcuni familiari nel cortile quando è stato investito da un’auto che stava parcheggiando.

Il bimbo di 2 anni travolto dall’auto nel cortile era in compagnia della mamma e del fratellino. La famiglia stava rientrando a casa quando il bambino è stato investito dall’autovettura. Il piccolo è rimasto schiacciato dal mezzo mentre si accingeva a salire la rampa per l’accesso al condominio con la madre e il fratellino.

I presenti hanno subito allertato i soccorsi. L’ambulanza è arrivata di lì a poco ma purtroppo le ferite riportate dal bambino erano troppo estese. Il bimbo è morto ancora prima di arrivare al Pronto Soccorso, nel corso del tragitto in ambulanza verso l’Ospedale Maggiore di Bologna. Il cuore del piccolo, Diego Ghedini, ha cessato di battere mentre il personale sanitario cercava disperatamente di rianimarlo.

Sotto shock l’anziano che ha investito il bimbo di 2 anni a Bologna

Sul luogo dell’incidente sono giunti anche gli agenti della Polizia Municipale per effettuare i primi rilievi e ricostruire la dinamica della tragedia. Il conducente della Fiat Punto che ha investito il bimbo di 2 anni è stato sentito a lungo dagli agenti. L’uomo è ancora profondamente scosso per l’accaduto e non riesce a darsi pace per non aver visto il bambino.

Si tratta di un pensionato di 79 anni che non si è reso conto, mentre parcheggiava, della presenza del bambino che probabilmente stava raccogliendo un pallone da terra e si era accovacciato. Gli agenti della Polizia Municipale, come da prassi, hanno allertato anche le autorità giudiziarie. Sul caso indaga il pm Marco Martorelli.