Uno scenario spaventoso quello che si è ritrovato davanti agli occhi un padre romano arrivando senza preavviso nella scuola elementare che frequenta suo figlio a Casalpalocco. Il protagonista della storia assurda è il piccolo Alessio, bambino disabile costretto sulla sedia a rotelle.

Il papà era arrivato prima a prendere suo figlio ma, a sua insaputa, l’ha ritrovato abbandonato in completa solitudine e chissà da quante ore in una stanzetta di due metri per due, con una scrivania disordinata, giacche e borse sparse ovunque e un materasso giallo buttato per terra. Un vero e proprio ripostiglio, insomma, adibito a fantomatica aula di sostegno per bambini disabili come Alessio. Il papà, infervorato, ha deciso di immortalare immediatamente la scena postando lo scatto sul suo profilo Facebook per rendere pubblica una situazione così drammatica e irrispettosa. A corredo dell’immagine, che in poche ore ha fatto il giro del web, l’uomo non ha potuto che aggiungere parole di sdegno e disapprovazione, lanciando un messaggio a tutti gli internauti:

“Arrivo a scuola di mio figlio senza preavviso e trovo davanti ai miei occhi questo lager: aula di sostegno scuola elementare Casalpalocco. [...] Aiutatemi ad urlare il nome di Alessio affinché lui abbia una stanza decorosa, pulita ed accogliente e a far in modo che non perda la sua dignità di bambino“.

Il popolo del web, sempre sensibile a vicende del genere, non se l’è fatto ripetere due volte tanto che è già partita una vera e propria gara di solidarietà, in cui tantissime scuole si sono proposte di accogliere il piccolo nella propria struttura.