Un sabato di tensione a Roma, visto che di avvenimenti fuori dal comune ce ne sono e sono tutti sotto l’occhio del ciclone della polizia. Il rischio maggiore saranno di nuovo i black bloc, i ribelli vestiti di nero. La vera paura, secondo le forze dell’ordine, sarà legata ad eventuali disordini per la manifestazione No Tav che porterà in piazza tante persone, con la concreta possibilità che ci possano essere infiltrazioni di estremisti.

Vi è una tendopoli allestita in piazza San Giovanni, davanti alla Basilica, che viene monitorata 24 ore su 24: sarà proprio da lì, infatti, che partirà il corteo diretto a Porta Pia, dove è prevista la Notte Bianca del Dissenso. Giovedì, intanto, fermati ed espulsi già cinque black bloc, due anche con precedenti per terrorismo; sequestrato un furgone vicino all’Università La Sapienza con biglie, manganelli ed estintori.

La città è blindata: polizia, carabinieri e guardia di finanza sono già pronti a placare gli animi più caldi. Vigilanza rafforzata per le vie d’acceso al Viminale, Palazzo Chigi, Senato e Quirinale.