“Venduti a Soros, De Benedetti e ad ogni nemico della Patria. Traditori”, queste le parole che sono apparse su diversi cartelli affissi in tutta Sicilia e che sono stati rivendicati da “Forza Nuova”. Il riferimento è senza dubbio alla gestione dei migranti, alla legge sullo ius soli e soprattutto all’attività delle organizzazioni non governative, da tempo attaccate dalla destra italiana e messe in discussione dalla Procura della Repubblica di Catania.

Forza Nuova e le accuse al Partito Democratico

I cartelli sono stati affissi nelle sedi del Partito Democratico in tutta Sicilia: da Ragusa a Comiso, da Scicli ad Agrigento, da Caltagirone a Palermo, da Catania ad Ispica. Volantini anche nella segreteria politica del sindaco di Catania Enzo Bianco e di alcuni parlamentari come Giuseppe Berretta che ha commentato la vicenda con un post ironico su Facebook: “Ho chiamato i miei amici Soros e De Benedetti e gli ho comunicato che d’ora in poi sarò soltanto amico della Patria. Non possono che suscitare risate le farneticazioni di Forza Nuova #ridiamosu #ilcaldofabruttischerzi”.

Intanto è attesa al porto di Catania la nave C-Star noleggiata da “Generazione Identitaria” che controllerà le attività delle Ong nel Mediterraneo così da riferire eventuali illeciti alla Guardia Costiera italiana.